Breaking News

Conversazione con Gennario Manzo, voce animalista ed ambientalista in Campania

«Papà ci hai dato la terza laurea, il volontariato! Questo mi dicono i miei figli». – Gennario Manzo, delegato provinciale della Lega Italiana Protezione Uccelli di Salerno e presidente dell’associazione Guardia Eco-zoofila Ambientale.

La LIPU non è una realtà solo italiana, poiché in tutto il mondo c’è un partner LIPU per l’aiuto alla fauna selvatica.

L’appello del delegato provinciale di Salerno, Gennario Manzo, è rivolto principalmente alle famiglie, affinché possano avvicinare a questa realtà soprattutto i loro bambini e figli.

LIPU per i giovani e non solo, anche perché Gennario Manzo è un uomo da scoprire: ex luogotenente dell’esercito italiano oggi in pensione, fotoreporter di guerra anche per quella famosa dei Balcani o in Afghanistan.

Uomo di mondo e di pianeta, inoltre è presidente dell’associazione GEA, a tema sempre animali e ambiente.     

Che cos’è la LIPU?

«Lega Italiana Protezione Uccelli. La LIPU nasce nel 1965 e si configura come una delle prime associazioni ambientaliste ed animaliste in Italia. È nata esattamente cinque anni prima del WWF. La sede centrale è a Parma, ma ce ne sono un centinaio in tutt’Italia. Inoltre, abbiamo 40 ospedali per uccelli. I nostri volontari li curano in questi centri di recupero. Ci sono poi 50 oasi della LIPU in tutt’Italia».

Tra le tante attività che la sede di Salerno svolge ne vogliamo ricordare qualcuna?

«Sono fatte soprattutto per coinvolgere i ragazzi, quindi campi estivi, ma anche laboratori tematici, attività di birdwatching, proiezioni di film sull’ambiente e gli animali».

Questo serve specialmente per sensibilizzare i giovani verso la lotta alla caccia?  

«La LIPU da quando è nata porta avanti questa battaglia. Grazie all’UE la LIPU ha raccolto milioni di firme per combattere la caccia. Giorno dopo giorno vedo che le cose migliorano, i cacciatori diminuiscono, ma il problema aumenta in relazione ai pesticidi nelle campagne. Anche i fuochi d’artificio sono molto rischiosi per i volatili».

Tu sei anche presidente dell’associazione GEA: Guardia Eco-zoofila Ambientale della provincia di Salerno. Raccontami qualcosa a riguardo.

«È un’associazione nazionale con sedi in tutt’Italia. Operiamo per le attività di monitoraggio degli animali, per evitarne i maltrattamenti, ad esempio. Campi estivi e banchetti sono previsti la prossima estate, così come il controllo di discariche e di strade dove vengono abbandonati, ad esempio, motorini rubati. In poche parole, siamo polizia giudiziaria a tutti gli effetti. Stiamo cercando tanti volontari che vogliano diventare pubblici ufficiali. Il corso è online».

Che messaggio lasci, affinché si capisca che è fondamentale lottare per il bene del pianeta, oltre che contro la sua distruzione?

«Se tutti noi dessimo una mano per salvarlo, ci salveremmo tutti quanti insieme».

Grazie a persone come Gennario, che vivono nel mondo e cercano ogni giorno di migliorarlo!

Le foto sono state scattate da Christian Liguori, la diretta Facebook fa riferimento alla conversazione originale, avvenuta il giorno 2 Febbraio 2022.

Buona visione!

© IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Christian Liguori

Classe '97, studente laureando di “Archeologia e Storia dell'Arte” all’Università degli Studi di Napoli Federico II. Dopo aver conseguito una laurea triennale in “Beni Culturali e Discipline delle Arti e dello Spettacolo” all’Università degli Studi di Salerno, e pubblicato “Paolo Barca e la frantumazione della logica cerebrale umana”, un saggio di cinema sul regista Mogherini, ha maturato esperienze in svariati campi: dalla pubblicazione di articoli per un blog e una redazione online, a quella di filmati su YouTube e pagine Facebook; dalla partecipazione come interprete in spettacoli teatrali e cortometraggi, all’attivismo associativo per la cultura e l’ambiente. Di recente anche conduttore web-televisivo (un tempo radiofonico), è da sempre specializzato in recensioni di film. Curerà la rubrica “Il Cinema secondo Liguori”

Vedi di più

esposito

La Cattedrale dell’acqua: la più grande piscina di epoca romana

Situata nei Campi Flegrei, la Piscina Mirabilis rappresenta una monumentale costruzione che ha affascinato molti intellettuali in viaggio a Napoli, e che ancora oggi affascina per la sua storia

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?