Breaking News

Psyche: metamorfosi di una farfalla

Tra gli insetti la farfalla occupa un posto privilegiato sia per la suggestione derivante dai suoi colori e dalla sua simmetria che per il mistero associato alla sua metamorfosi, aspetto che ha colpito l’uomo fin dall’antichità

Sebbene attualmente la farfalla sia considerata metafora di leggerezza, gran parte del suo simbolismo antico è basato sulle metamorfosi che compie: il trapasso dal bruco, simbolo del rozzo e dell’incompiuto, alla crisalide e da questa poi la trasformazione in farfalla. Si attua, in tal modo, una seconda nascita, ma insieme vi è anche un presagio di morte.

Il motivo della metamorfosi ha origini antichissime e nella mitologia greca vi sono molti racconti inerenti questo aspetto.

Nel mondo greco il simbolismo della farfalla si trova ben illustrato nel mito di Psiche, raffigurata negli affreschi presenti a Pompei come una fanciulla alata, simile a farfalla.

Nell’Asino d’oro, Apuleio riporta la storia d’amore tra una bellissima fanciulla di nome Psyche ed il dio Cupido.

Travagliate sono le vicende che coinvolgono la fanciulla alla disperata ricerca dell’amante perduto sino a condurla alla morte. Felice è l’epilogo di questa storia che si conclude con l’avvento di Cupido per salvarla e condurla tra gli dèi dell’Olimpo per sposarla, dopo che ella abbia bevuto l’ambrosia per divenire immortale.

Interessante notare come il termine “psiche” in greco significhi sia “farfalla” che “anima”, motivo per il quale nei monumenti antichi l’anima viene rappresentata spesso con ali di farfalla.

Si attua in tal modo l’analogia tra l’anima-farfalla ed il soffio vitale sfuggito all’uomo in punto di morte.

È diffusa tuttora in Grecia la credenza secondo cui l’anima assuma la forma di una farfalla.

Psyche, premiata dagli dei con il dono dell’immortalità, è l’anima-farfalla che, superati i vari stadi di trasformazione e maturazione, raggiunge la perfezione finale divenendo immortale ed eterna.

© IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Marianna Sorrentino

Classe '92. Divoratrice di libri e grafomane sin dalla tenera età. Classicista per formazione e per vocazione. Ama scoprire ed interessarsi a qualsiasi cosa riguardi la Letteratura, l’Arte ed i Mezzi Comunicativi. È un insieme di paradossi. Vulcanica, Riflessiva, ma anche Impulsiva. L'ironia ed il sarcasmo con cui “castigat ridendo mores” sono impressi nel suo DNA ed ama usarli per esprimere le sue idee rendendole leggere, ma nello stesso tempo pungenti. Curerà la rubrica “Ante Litteram”

Vedi di più

Conversazione con Emiliano Masala, attore per caso che con coraggio ha tracciato la strada

Premio Ubu come miglior attore, divenuto interprete di teatro e cinema per caso, Masala porta avanti la sua strada nell'arte con coraggio.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?