Breaking News

Olevano sul Tusciano – Grotta di San Michele Arcangelo, pronti alla ripartenza

Olevano sul Tusciano si prepara a ripartire lanciando un nuovo progetto per la Grotta di San Michele Arcangelo.

In provincia di Salerno, nel cuore dei Monti Picentini, lungo le balze del Monte Raione, sorge la grotta di San Michele Arcangelo, caratterizzata dalla natura incontaminata e dal fascino di autentici capolavori di un’epoca remota.

Un luogo di particolare affezione per gli olevanesi e di grande interesse per i turisti che da anni ormai vedono negarsi l’accesso a causa di un’ordinanza di inagibilità emanata dal primo cittadino in seguito di forti incendi che hanno interdetto l’intera area boschiva circostante.

È proprio per restituire la grotta agli olevanesi ed ai suoi visitatori che è stato stanziato un finanziamento di 150 mila euro in favore dell’Ente Parco Regionale dei Picentini per avviare un iter procedurale per la messa in sicurezza e la valorizzazione del santuario micaelico.

Nella mattinata dello scorso venerdì 25 giugno, infatti, presso il Convento di Santa Maria di Costantinopoli, ha avuto luogo la presentazione del progetto San Michele a Olevano sul Tusciano – Il Santuario rupestre dei picentini“.

È stata, infatti, l’occasione per discutere di prospettive, turismo e sicurezza del territorio.

L’evento è stato moderato dal prof. Alessandro Di Muro. Gli onori di casa sono stati affidati al primo cittadino, Michele Volzone. Sono intervenuti, altresì, Camillo Catarozzo, presidente della Banca Campania Centro Battipaglia, Antonio Giuliano, presidente del Gruppo di Azione Locale Colline Salernitane Irno-Monti Picentini, Fabio Guerriero, Presidente dell’Ente Parco Regionale dei Monti Picentini e l’onorevole Francesco Picarone, presidente della Commissione Bilancio e Finanza. Demanio e Patrimonio del Consiglio Regionale della Campania.

Presente anche l’on. Piero De Luca, vicepresidente del Partito Democratico alla Camera dei Deputati, noto per il suo forte impegno a favore dello sviluppo del Mezzogiorno d’Italia ed in particolare della nostra regione, ha ribadito la necessità e l’importanza di supportare un esponenziale sviluppo del Sud Italia attraverso una serie di finanziamenti mirati alla crescita dei territori a partire dal miglioramento delle infrastrutture, perno principale di un società che funziona. Ha concluso l’incontro, inoltre, con la promessa di recarsi alla visita in Grotta al termine dei lavori di messa in sicurezza.

L’intervista all’on. Piero De Luca a cura della giornalista Sara Di Matteo.

Un punto di partenza questo per il territorio olevanese pronto a rilanciarsi anche grazie alla Banca Campania Centro ed alla Fondazione Cassa Rurale Battipaglia che hanno investito nel progetto “Olevano sul Tusciano destinazione turistica! Quale percorso?” realizzato nel biennio 2019-2020.

Il progetto, nella sua fase conclusiva, ha visto a nascita della prima rete di operatori turistici di Olevano sul Tusciano che avrà il compito di tramutare in realtà le competenze acquisite. Fin da subito i primi risultati, gli operatori infatti hanno ampliato il proprio target di pubblico attraverso un servizio completo per soddisfare ogni tipo di turista.

Insomma tanto è l’entusiasmo e buoni i presupposti per la ripartenza del territorio di Olevano sul Tusciano.

© IL QUOTIDIANO ONLINE 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Sara Di Matteo

Classe '97, vive nel comune picentino di Olevano sul Tusciano. Si è diplomata al Liceo Scientifico “E. Medi” e studia alla facoltà di “Scienze della Formazione Primaria” presso l’Università degli Studi di Salerno. Già dall’età di 15 anni nutre particolare interesse per il giornalismo e per la cittadinanza attiva così, dopo un'esperienza di 3 anni con la testata "La nuova Graticola", consegue il tesserino di giornalista pubblicista nel 2017. Fin da giovanissima è vicina al mondo delle politiche giovanili e dei Forum dei Giovani, infatti, è impegnata nel direttivo del Coordinamento Provinciale dei Forum dei Giovani della Provincia di Salerno come responsabile della comunicazione. L'associazionismo, la politica e la passione per il sociale la vedono impegnata anche nelle locali associazioni “Agesci” e “APS L’Arcobaleno sul Tusciano”. Ha fatto proprio l’invito di Baden-Powell: “Procurate di lasciare il mondo un po' migliore di come l’avete trovato”. Curerà la rubrica “Sentieri, Storie e Territori”

Vedi di più

Conversazione con Giulia D’Alessandro e la sua vita carica di racconti e di musica

Cantante, cantautrice, conduttrice, organizzatrice di eventi socio-culturali, docente, musicoterapeuta. In campo musicale vanta oltre 25 anni di attività e numerosi consensi in Italia e all’Estero. Da annoverare i seguenti traguardi: semifinalista nazionale nel 2002 dell’Accademia di Sanremo e nel 2018 semifinalista nazionale di Area Sanremo Tim.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?