Breaking News

Nocera inferiore, il festival Jazz in Parco ritorna in città dal 2 all’11 settembre

Il 2021 è l’anno della rinascita e optare per le scelte giuste significa affrontare al meglio le sfide di domani. Nocera Inferiore sceglie di ripartire dall’arte, dalla musica e dalla cultura, riportando così in auge un evento che negli anni è stato capace di farla diventare uno dei palcoscenici più importanti della scena jazz nazionale ed internazionale. Dal 2 all’11 settembre torna in città il festival Jazz in ParcoI percorsi dell’arte a Nocera Inferiore, un evento realizzato e finanziato dalla Regione Campania attraverso la Scabec (Società Campana Beni Culturali, società in house della Regione Campania impegnata nella promozione del patrimonio culturale campano) in collaborazione con il Comune di Nocera Inferiore.

La partecipazione agli eventi è completamente gratuita previa prenotazione attraverso il sito https://www.scabec.it/attivita/jazz-in-parco, ed è possibile partecipare solo se si è in possesso del Green Pass che attesi di aver fatto almeno una dose, essere risultati negativi ad un tampone molecolare o rapido effettuato nelle ultime 48 ore, oppure essere guariti dal Covid-19.

L’idea del festival nasce nel 1998 dalla passione per la cultura e, in particolar modo, per il jazz ed il teatro, di Elia Pirollo, già dipendente dell’ente comunale di Nocera Inferiore scomparso nel maggio dello scorso anno. L’evento vedrà Ondina Sannino in veste di direttrice artistica, prefiggendosi non solo di riportare il jazz in città, ricollocandola così nell’olimpo delle location jazziste, ma anche di valorizzarne il patrimonio artistico‑culturale.

«Il mio legame con Elia, al di là del fattore artistico, è sempre stato un legame fortissimo, un sodalizio che è durato 25 anni. – ha commentato la direttrice artistica dell’evento Ondina SanninoMi manca ed avrei voluto averlo al mio fianco per poter contare sulle sue doti organizzative e manageriali anche se sono stata aiutata tantissimo sia dall’amministrazione che dal comparto tecnico per l’organizzazione dell’evento. Sono sicura che Elia, da lassù, è contento che “Jazz in Parco” riparta, soprattutto perché lo fa come desiderava lui, all’insegna della qualità».

La kermesse partirà il 2 settembre con un concerto jazz itinerante per le strade di Nocera del Sax Maniacs Quintet, start ore 18.00 e quello presso il Chiostro della Chiesa di Sant’Antonio del Pietro Condorelli Trio alle ore 21.30; venerdì 3 settembre presso il Palazzo Fienga il concerto del Franco D’andrea Trio, start ore 21.30; sabato 4 settembre, presso il Palazzo Fienga, Stefano Di Battista incontrerà la Salerno Jazz Orchestra, start ore 21.30; giovedì 9 settembre presso il sagrato della Cattedrale di San Prisco concerto del Carla Marciano Quartet “Psychosis”, start ore 21.30; venerdì 10 settembre, concerto itinerante per le vie di Nocera con la Salerno Street Parade, start ore 18.00 e, presso il Palazzo Fienga, il concerto del Max Ionata Quartet, start ore 21.30; sabato 11 settembre doppio appuntamento musicale al Palazzo Fienga con il Roberto Gatto Perfect Trio e l’Elio Coppola Quartet featuring Flavio Boltro, a chiusura dell’evento.

Il programma di Jazz in Parco

Palazzo Fienga, Chiostro della Chiesa di Sant’Antonio, sagrato della Cattedrale di San Prisco, queste le location d’eccezione che faranno da cornice non solo a concerti live di musica jazz, ma anche a visite guidate, performance artistiche ed eventi in streaming. Non solo musica quindi per questa XIV edizione del festival Jazz in ParcoI percorsi dell’arte a Nocera Inferiore, ma anche tutta una serie di iniziative atte a far riscoprire le perle artistico-architettoniche di cui gode la città di Nocera.

THE JAZZ IN PARCO IS BACK IN TOWN!!!

© IL QUOTIDIANO ONLINE 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Pierpaolo Luigi Senatore

Classe '87. Destinato all'avvocatura dopo aver conseguito la maturità classica presso il liceo classico G.B. Vico di Nocera Inferiore, si iscrive alla facoltà di giurisprudenza presso l'Università Federico II di Napoli, convinto di dover proseguire la tradizione di famiglia. Dopo tre anni di studio del diritto capisce che quel percorso non si confà alla propria personalità e decide di iscriversi alla facoltà di Design, Comunicazione e Marketing per completare gli studi. Persuaso che per trovare la propria strada sia necessario fare diverse esperienze, cambia spesso lavoro cercando di trovare ciò che davvero lo appassiona. Per puro caso capisce che la sua vera vocazione è scrivere e che la sua più grande aspirazione è quella di diventare un giornalista capace di raccontare dei tempi che corrono con coraggio, passione ed onestà intellettuale. Sempre alla ricerca di nuovi stimoli, serafico e con una naturale propensione al dialogo, predilige scrivere di attualità, arte, cultura, turismo, territorio, sociale e ambiente, ossessionato dalle moto.

Vedi di più

Angri – Al via “Vinfest” 2021, la 1°edizione della festa del vino

Saranno più di venti le migliori cantine italiane presenti a Vinfest 2021, il festival del vino che si svolgerà ad Angri nei giorni 10 e 11 dicembre 2021.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?