Breaking News

L’Ulivo: storia di un albero sacro ed immortale

L’albero di ulivo, sempreverde dalla lunga vita, ha accompagnato la storia dell’uomo dagli albori della civiltà fino ai nostri giorni

Subentrato alla quercia con le cui ghiande l’uomo si era nutrito nella selvaggia età dell’oro, l’ulivo era considerato nell’antichità un albero sacro ed immortale.

Sebbene nel tempo siano state tramandate numerose leggende riguardo quest’albero e la sua nascita, il suo essere immortale non è solo una leggenda: quando, per qualsiasi ragione, un olivo muore, dalla base del tronco riparte sempre un pollone e per questo motivo gli esperti definiscono l’ulivo una pianta perenne.

Secondo la mitologia greca, Zeus, giudice della contesa tra Atena e Poseidone per il possesso dell’Attica, concesse alla dea Atena la sovranità della città di Atene perché ella, avendo colpito la roccia con la sua lancia, fece nascere dalla terra il primo albero di ulivo sul suolo greco.

La splendida pianta di ulivo illuminava la notte, medicava le ferite, curava le malattie ed offriva un prezioso nutrimento, donando benessere e pace a tutte le genti che lo avrebbero coltivato.

Atena, da quel giorno, divenne la dea della città di Atene. Qualche tempo dopo, però, uno dei figli di Poseidone cercò di sradicare l’albero di Atena, ma si ferì nel commettere l’atto sacrilego e morì. Gli Ateniesi per tale motivo decisero di far sorgere in quel punto l’Acropoli e far presidiare notte e giorno dai soldati la sacra pianta dell’ulivo.

L’ulivo fu considerato sacro: era proibito abbatterlo e chiunque fosse sorpreso a danneggiarlo veniva punito con l’esilio.

Inoltre, il suo legno poteva essere utilizzato esclusivamente per plasmare statue di culto e le corone fatte dai rami delle olive selvatiche erano il riconoscimento più alto per il vincitore dei giochi olimpici.

Testimonianze di quanto questa pianta sia stata importante fin dall’antichità le ritroviamo non solo presso i Greci, ma anche nella civiltà egizia dove l’ulivo era visto come un dono della dea Iside e nella Bibbia dove l’ulivo veniva citato come simbolo di pace tra Dio e gli Uomini.

Ancora oggi, l’ulivo e l’olio di oliva nel Mediterraneo sono simbolicamente associati agli dèi ed agli eroi della mitologia greca. L’ulivo in Grecia è considerato ancora oggi una sorta di reliquia proveniente da un tempo passato. La dimensione mitologica è così profondamente radicata nella tradizione popolare da nutrire l’anima di questa terra magica.

© IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Marianna Sorrentino

Classe '92. Divoratrice di libri e grafomane sin dalla tenera età. Classicista per formazione e per vocazione. Ama scoprire ed interessarsi a qualsiasi cosa riguardi la Letteratura, l’Arte ed i Mezzi Comunicativi. È un insieme di paradossi. Vulcanica, Riflessiva, ma anche Impulsiva. L'ironia ed il sarcasmo con cui “castigat ridendo mores” sono impressi nel suo DNA ed ama usarli per esprimere le sue idee rendendole leggere, ma nello stesso tempo pungenti. Curerà la rubrica “Ante Litteram”

Vedi di più

Angri – Al via “Vinfest” 2021, la 1°edizione della festa del vino

Saranno più di venti le migliori cantine italiane presenti a Vinfest 2021, il festival del vino che si svolgerà ad Angri nei giorni 10 e 11 dicembre 2021.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?