Breaking News

Calcio / Lega Pro – Un super Guadagni stende una coraggiosa Virtus Francavilla

La doppietta nel primo tempo dell’attaccante azzurrostellato regala una vittoria fondamentale per la Paganese che aggancia proprio i pugliesi in classifica

Pagani. Dopo la sconfitta nel derby con l’Avellino, la Paganese è chiamata ad una prova di orgoglio e grinta nonostante i padroni di casa si presentano con una formazione ampiamente rimaneggiata: il tecnico Gianluca Grassadonia è costretto a rinunciare ai vari Murolo, Schiavi, Schiavino, Volpicelli, Cretella, Piovaccari, Castaldo, Diop, infortunati, e Bianchi, squalificato.

LA GARA

Il primo squillo del match è di marca Biancazzurra con Enyan: angolo battuto corto per l’accorrente centrocampista ghanese che calcia di prima con il destro, palla che diventa facile preda di Baiocco.

Al 10′ risponde subito la Paganese: lancio dalle retrovie di Zito a pescare al limite dell’area di rigore Manarelli, che raccoglie una corta respinta di testa di Caporale e avanza palla al piede. Al momento del tiro viene anticipato da Guadagni che scarica il mancino ma la sfera termina di poco a lato.

Verticalizzazione di Manarelli, raccoglie la sfera Idda che effettua un retropassaggio sanguinoso: sulla sfera si avventa Iannone che appoggia per il vicino Guadagni che davanti a Nobile è freddo e lucido ed insacca. Paganese in vantaggio al 15′.

A questo punto mister Sportillo, che sostituisce lo squalificato Taurino, chiede ai suoi di alzare il baricentro alla ricerca della rete del pareggio ma la retroguardia Azzurrostellata regge bene concedendo poco o nulla agli avversari.

Ma la Paganese trova il raddoppio: corner dalla sinistra calciato da Zito a rientrare, palla in area per Guadagni che elude la marcatura di Enyan e con il sinistro al volo trafigge Nobile. Prima doppietta in stagione per l’attaccante Azzurrostellato.

Gli ospiti ci riprovano e chiudono in attacco il primo tempo. Lancio di Idda al limite, Tchetchoua alza la sfera e in rovesciata manda la sfera in porta, Baiocco con la mano di richiamo alza in corner. Si chiude così il primo tempo al Marcello Torre.

Al rientro in campo i padroni di casa restano con gli stessi undici iniziali, mentre c’è da registrare una doppia sostituzione per la Virtus Francavilla, pronti a bordocampo Ingrosso e Maiorino entrano rispettivamente al posto di Enyan e Carella.

Al 50′ ancora un’azione degna di nota della Paganese: ripartenza degli azzurrostellati con Firenze, che sfrutta il vantaggio concesso dall’arbitro, il quale lascia proseguire dopo un fallo subito da Zito, avanza palla al piede sulla sinistra, poi serve con un cross basso Iannone, che calcia dal limite con il destro spedendo la sfera di poco a lato.

Ancora un’occasione per i padroni di casa con un lancio di Tissone per Iannone, Miceli sembra in pieno controllo della sfera ma cicca, ne approfitta l’attaccante azzurrostellato che però si incarta al momento del tiro, provando a superare Nobile, che è bravo a restare in piedi fino alla fine e a smanacciare.

Regola non scritta del calcio: Goal sbagliato, Goal subito. Sul capovolgimento di fronte errore di Sbampato che si fa soffiare la sfera da Ekuban, cadendo a terra e chiedendo invano un calcio di punizione, cross basso in area per Tchetchoua per il più comodo dei tap-in. La Virtus Francavilla accorcia così le distanze.

Al 65′ altra occasionissima per i pugliesi, cross dalla sinistra di Caporale per Ventola che fa da sponda per Ingrosso il quale tenta la conclusione al volo: Baiocco compie un autentico miracolo deviando la sfera.

La Virtus cerca il pareggio in tutti i modi, ma la difesa di casa regge bene e gli azzurrostellati sono pericolosi in contropiede.

Da uno di questo, in pieno recupero, Baiocco con un rilancio millimetrico trova Firenze che esplode il destro da Nobile: la sfera assume un’effetto stranissimo passa sotto le gambe dell’estremo difensore pugliese e si stampa sulla traversa.

Finisce cosi una bella partita con la Paganese assoluta padrona del campo nella prima frazione di gioco e meritatamente in vantaggio con la doppietta di Guadagni. Nella ripresa si vede la maggiore intraprendenza della Virtus Francavilla, che accorcia le distanze con Tchetchoua, proprio quando Iannone, poco prima, aveva sbagliato la rete del potenziale 3-0. I pugliesi ce la mettono tutta, ma i padroni di casa, dopo tanta sofferenza, portano a casa un successo che rilancia la formazione di Grassadonia in classifica, momentaneamente all’ottavo posto a quota 17, agganciando proprio gli avversari odierni.

Immagini riprese dal sito ufficiale della Paganese Calcio 1926 Srl: www.paganesecalcio.com

IL TABELLINO

Paganese (3-5-2): Baiocco; Zanini, Sbampato, Scanagatta; Sussi, Firenze, Tissone, Zito, Manarelli; Guadagni, Iannone (22’st Vitiello).
In panchina: Pellecchia, Caruso, Viti, Perlingieri, Pica, Del Regno, Di Stasio, Campanile, Del Gesso, Di Palma, Caiazzo. All. Grassadonia

Virtus Francavilla (3-5-2): Nobile; Idda, Miceli, Caporale; Pierno, Carella (1’st Maiorino), Toscano (39’st Mastropietro), Tchetchoua, Enyan (1’st Ingrosso); Ventola, Ekuban.
In panchina: Milli, Cassano, Gianfreda, Del Vino, Dacosta, Sarcinella. All. Sportillo (Taurino squalificato)

Arbitro: Ricci di Firenze (assistenti: Testi e Lenza; quarto uomo: Aronne).

Reti: 15’ e 42’ Guadagni (P), 58’ Tchetchoua (F).

Ammoniti: Tissone (P) Enyan, Caporale, Mastropietro (VF)

Recupero: 0’pt, 5’st

© IL QUOTIDIANO ONLINE 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Gerardo Striano

Classe '85 (la miglior annata di sempre!), laureato in Economia Aziendale. Amante dello sport, della buona cucina e delle belle donne. L’interesse per il calcio, in particolare, mi ha visto impegnato in più vesti: calciatore, allenatore ed arbitro a livello dilettantistico ed amatoriale. Ora seguo con particolare interesse le competizioni calcistiche nazionali ed internazionali sia delle categorie maggiori che inferiori. La fiamma che arde, da sempre, dentro di me mi ha reso, di fatto, un grande cultore di politica, infatti, partecipo attivamente alle vicende partitiche a carattere sia locale che regionale. Odio chi non mantiene la parola data e chi non rispetta l'opinione altrui, infatti, al mio avversario riporto convintamente quest’aforisma di Voltaire: “Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi al prezzo della mia vita perché tu, la tua idea, possa esprimere liberamente”.

Vedi di più

Angri – Al via “Vinfest” 2021, la 1°edizione della festa del vino

Saranno più di venti le migliori cantine italiane presenti a Vinfest 2021, il festival del vino che si svolgerà ad Angri nei giorni 10 e 11 dicembre 2021.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?