Breaking News

Musica e Natale ad Eboli un occasione da non perdere

La cittadina salernitana si prepara al meglio per offrire, durante le vacanze natalizie, arte cultura e spettacolo di qualità.

Il Natale è un momento magico che accomuna tutti e tutte, soprattutto nelle piccole e grandi città, dove associazioni, amministrazioni e cittadini si prodigano per costruire un offerta, non solo turistica ma anche culturale, di tutto rispetto; attrattiva tanto per i cittadini quanto per i molti italiani in viaggio lungo la penisola, prima di tornare alla vita quotidiana. Ne è prova nella provincia di Salerno, il comune di Eboli, dove fervono i preparativi, con frenesia e trepidazione.

Domenica 10 dicembre 2023, ore 11:00, nella splendida cornice della chiesa consacrata a San Lorenzo, avrà luogo un evento musicale di rilevante importanza, ovvero il concerto del trio “Boulearis” composto dagli artisti: Maria Natale al clarinetto, Sergio Caggiano alla viola e Achille Giordano al pianoforte. I tre artisti debutteranno nella cittadina salernitana, portando un po di magia con brani dalla bellezza senza tempo. Si eseguiranno musiche di W.A. Mozart, Ernesto Cavallini, H. Sitt, e di F. Schubert; insomma, una vera e propria occasione per entrare in contatto con l’arte, da non perdere; adatta a giovani,famiglie e turisti.

Il concerto,proposto dall’associazione “Il Tusciano”, rientra nell’ambito delle manifestazioni natalizie promosse dall’amministrazione comunale ebolitana. Per chi ancora non sa se partecipare o meno, ricordiamo che, “Cristo si è fermato ad Eboli”,dunque, chi siamo noi per non farlo?!

La cittadinanza tutta è invitata a partecipare.

di Sergio Claudini

Classe 2000. Dopo aver conseguito la maturità classica al Liceo Classico “G. B. Vico” di Nocera Inferiore, nel 2019 si iscrive alla facoltà di “Scienze dei Beni Culturali”, indirizzo archeologico, all’Università degli Studi di Salerno. L’amore verso l’arte e la bellezza in generale, lo ha spinto fin dai banchi del liceo a coltivare diverse passioni, prime fra tutte la lettura, la scrittura e il teatro. Muove i primi passi nel campo dell’attivismo studentesco, entrando a far parte del collettivo “Nessun Esclus”. Inizia ad occuparsi dell’organizzazione di eventi per sensibilizzare sulla discriminazione di genere, ma anche manifestazioni studentesche e proteste ambientaliste, tra cui quelle organizzate da “Fridays For Future”. Un laboratorio che lo ha condotto verso nuove realtà associative, tra cui, l’associazione “Ridiamo vita al castello”. Coniuga gli impegni scolastici con quelli associativi, cavalcando l’onda di una crescente passione che tuttora lo alimenta e gli dà la grinta necessaria per indignarsi e provare a cambiare alcuni aspetti della realtà che lo circonda. Per lui, i sogni non vanno depositati sottochiave in un cassetto, anzi, devono essere realizzati. Curerà la rubrica “Noi siamo Tempesta: parola ai 2000”

Vedi di più

“Finalmente l’alba”: il Caso Wilma Montesi al Cinema

Claustrofobico continuamente in tensione. Dal bianco e nero al colore, dal film nel film al lungometraggio stesso.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?