Breaking News

Nocera Superiore: domati gli incendi nella notte

Immagini e riprese di Mario di Mauro e di Roberta Scarpa

incendio
Incendio Collina Citola, Nocera Superiore © Foto diurna di Mario di Mauro

Rabbia e sgomento per i cittadini di Nocera Superiore: per due giorni le colline Cupa Belvedere e Citola sono state devastate dalle fiamme. Nella mattina di mercoledì 28 luglio i primi focolai visibili a occhio nudo. Tempestivo l’arrivo dei mezzi di soccorso per le operazioni di spegnimento degli incendi. Il comando dei Vigili del Fuoco di Nocera Inferiore è stato supportato dalla Polizia Locale. Il sindaco Giovanni Maria Cuofano ha prontamente attivato anche il COC, presidio operativo comunale, per supportare da terra le operazioni. Contattata anche l’Enel per la presenza di un elettrodotto a ridosso di Cupa Belvedere.

Incendio Collina Citola, Nocera Superiore © Foto notturna di Mario di Mauro

Un secondo incendio è partito nel pomeriggio di giovedì e diverse sono state le segnalazioni degli abitanti di Via Spagnuolo e di Pecorari. A causa del vento la situazione è, però, peggiorata la scorsa notte quando le fiamme si sono estese notevolmente lungo i due lati della collina ed hanno raggiunto un’altezza notevole. Le operazioni di soccorso sono iniziate nel primo pomeriggio di giovedì e sono terminate alle 7.00 di venerdì mattina. Nottata impegnativa per le tre squadre dei vigili del fuoco intervenute a domare le fiamme. «L’incendio era di dimensioni considerevoli. – dichiara un vigile del fuoco del Distaccamento di Mercato San Severino di pattuglia ai piedi della collina Citola – Siamo giunti in soccorso alla squadra di Nocera Inferiore e a quella di Giffoni Valle Piana già attiva in loco». Tre le abitazioni di Collina Citola monitorate nel corso della notte.

Ipotesi sulla natura degli incendi e testimonianze

Non si esclude la natura dolosa degli incendi. Non è il primo anno che le due colline sono devastate dalle fiamme. «Quest’anno la paura è stata maggiore. – afferma una cittadina residente in via Spagnulo – Fortunatamente non abito ai piedi della collina ma da casa mia riuscivo a vedere distintamente l’ardere del fuoco e l’altezza delle fiamme». «Stavamo pranzando nel cortile fuori casa e siamo dovuti rientrare a causa del fumo» sostiene un cittadino residente in via Casicola. Duro l’attacco del sindaco Cuofano che definisce “delinquenti scellerati” i potenziali piromani.

Incendio Collina Citola © Riprese di Mario di Mauro
© Riprese di Roberta Scarpa

© IL QUOTIDIANO ONLINE 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Sergio Claudini

Classe 2000. Dopo aver conseguito la maturità classica al Liceo Classico “G. B. Vico” di Nocera Inferiore, nel 2019 si iscrive alla facoltà di “Scienze dei Beni Culturali”, indirizzo archeologico, all’Università degli Studi di Salerno. L’amore verso l’arte e la bellezza in generale, lo ha spinto fin dai banchi del liceo a coltivare diverse passioni, prime fra tutte la lettura, la scrittura e il teatro. Muove i primi passi nel campo dell’attivismo studentesco, entrando a far parte del collettivo “Nessun Esclus”. Inizia ad occuparsi dell’organizzazione di eventi per sensibilizzare sulla discriminazione di genere, ma anche manifestazioni studentesche e proteste ambientaliste, tra cui quelle organizzate da “Fridays For Future”. Un laboratorio che lo ha condotto verso nuove realtà associative, tra cui, l’associazione “Ridiamo vita al castello”. Coniuga gli impegni scolastici con quelli associativi, cavalcando l’onda di una crescente passione che tuttora lo alimenta e gli dà la grinta necessaria per indignarsi e provare a cambiare alcuni aspetti della realtà che lo circonda. Per lui, i sogni non vanno depositati sottochiave in un cassetto, anzi, devono essere realizzati. Curerà la rubrica “Noi siamo Tempesta: parola ai 2000”

Vedi di più

30 anni di un film avanti anni luce: “Mrs. Doubtfire”

Ha ormai 30 anni e guardava già avanti. Chissà se il regista di una delle migliori commedie di sempre, “Mrs. Doubtfire (Mammo per sempre)”, avrebbe mai potuto immaginare di anticipare la tematica oggi tanto dibattuta delle coppie omogenitoriali e delle famiglie arcobaleno nel 1993.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?