Breaking News

Fisica – Calvino e la Meccanica Quantistica

Una delle teorie scientifiche più affascinanti spiegata da un grande autore del Novecento italiano

Anche Feynman, grande scienziato ed eccellente divulgatore, affermava che nessuno capisce davvero la Meccanica Quantistica anche quando sostiene il contrario. E non gli si può dar torto. Seppur poco nota ai più, questa teoria ha però letteralmente rivoluzionato il modo di percepire la realtà, rappresentando una rivoluzione scientifica di grande portata. Nel mondo macroscopico molte concezioni e teorie che si pensavano fossero consolidate sono state messe in discussione dalla formulazione della più nota Relatività Generale di Einstein. Al contrario, il mondo microscopico, composto da atomi e particelle, è stato sconvolto da una teoria con leggi alquanto assurde e lontane dal senso comune.  

Anche alcuni tra gli scienziati più affermati (vedi lo stesso Einstein) all’inizio erano particolarmente scettici a credere a una teoria così bizzarra. Forse, per comprenderla almeno un po’, può aiutare scomodare un grande della letteratura italiana del Novecento: Italo Calvino. Con la maestria delle parole e la sua formazione scientifica, è riuscito a rappresentare l’idea di fondo di questa nuova teoria in uno dei suoi romanzi più famosi: Le città invisibili.  

Fedora, una città specchio di tante città

Il protagonista del romanzo è niente meno che Marco Polo, a rapporto dall’imperatore Kublai Khan. Egli racconta le città del suo immenso impero che ha avuto la fortuna di visitare. Tra il surrealismo e il simbolismo, il carattere che emerge da ciascuna città presentata non è solo un’immagine ma un’idea, una rappresentazione su più livelli di profondità.

Tra le varie città c’è Fedora, tra i tanti palazzi invece, ce n’è uno al centro fatto di metallo. In ogni stanza c’è poi una sfera di vetro al cui interno è riportato un modello di una Fedora che avrebbe potuto essere se non fosse come attualmente è. Ci sono tutte le possibili Fedora in quel palazzo, le infinite possibilità di una città e ogni visitatore può scegliere la versione che preferisce. Tutte sono Fedora allo stesso modo anche se non sono tutte reali ma solamente presunte, perché appartengono alle infinite sfaccettature della realtà.  

Le future applicazioni tecnologiche

Fedora nella realtà non esiste, ma nel mondo microscopico le cose funzionano pressoché allo stesso modo. Ogni particella non è nient’altro che la somma di tutte le possibilità, una combinazione di diversi stati tutti equamente possibili. E’ un insieme di tante versioni di sé fino al momento in cui non viene misurata. Raccontata così sembrerebbe fantascienza, ma le applicazioni di questi principi sono alla base di alcune delle più avvincenti tecnologie del futuro: dai computer quantistici a nuovi metodi di crittografia altamente inviolabili. Forse sulla Meccanica Quantistica aveva ragione Feynman, ma è possibile scommettere che ci cambierà la vita.   

Maurits Cornelis Escher, Mano con sfera riflettente, litografia, 1935

© IL QUOTIDIANO ONLINE 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Marianna Fusco

Una mente scientifica e un'anima letteraria, affascinata da qualsiasi cosa abbia una storia da raccontare. Curerà la rubrica “Reticoli di Idee”

Vedi di più

Conversazione con Giulia D’Alessandro e la sua vita carica di racconti e di musica

Cantante, cantautrice, conduttrice, organizzatrice di eventi socio-culturali, docente, musicoterapeuta. In campo musicale vanta oltre 25 anni di attività e numerosi consensi in Italia e all’Estero. Da annoverare i seguenti traguardi: semifinalista nazionale nel 2002 dell’Accademia di Sanremo e nel 2018 semifinalista nazionale di Area Sanremo Tim.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?