Breaking News

Pagani, una piazza per ricordare i Martiri delle Foibe

Il movimento giovanile di Fratelli d’Italia ricorda i Martiri delle Foibe ed a Pagani chiede l’intitolazione di una piazza

L'iniziativa promossa dal movimento giovanile Gioventù Nazionale e da Fratelli d'Italia

Pagani. Una piazza per ricordare i Martiri delle Foibe. È l’iniziativa portata avanti dal coordinatore provinciale di Gioventù Nazionale, Alfonso Pepe, e sposata dal coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, Attilio Tortora, e dai consiglieri comunali, Vincenza Fezza e Vincenzo D’Amato, per ricordare l’immane genocidio, perpetrato dalle milizie della Jugoslavia del generale Tito a cui sono stati sottoposti gli Italiani di Istria, Fiume e Dalmazia.

«Abbiamo presentato un’istanza all’amministrazione De Prisco per intitolare una strada, una piazza o un monumento ai Martiri delle Foibe. – dichiara Alfonso Pepe – Contestualmente abbiamo chiesto maggiore sensibilizzazione, soprattutto nelle scuole, affinché venga approfondita una tematica cara alla nostra Patria! Siamo sicuri che la nostra istanza sarà accolta, così da poter commemorare, già dal prossimo anno, in un apposito luogo quei cittadini che sono morti avendo una sola colpa, essere Italiani!».

Sulla scia di questa proposta, altre iniziative si svolgeranno nei comuni della provincia di Salerno: una sensibilizzazione dell’opinione pubblica con analoga richiesta nella città di Contursi Terme e un convegno a Cava de’ Tirreni presso la Sala d’Onore del Palazzo di Città.

Intanto, ieri mattina, sempre a Pagani, presso il cimitero cittadino, si è tenuto un evento commemorativo in nome delle vittime delle Foibe. Evento sollecitato dalla Prefettura di Salerno, che ha visto partecipare il sindaco Raffaele Maria De Prisco, i consiglieri comunali, sia di maggioranza che di opposizione, istituzioni civili e militari oltre ad una rappresentanza di studenti paganesi.

Evento commemorativo del 9 Febbraio 2022 presso il Cimitero di Pagani (SA)

© IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Gerardo Striano

Classe '85 (la miglior annata di sempre!), laureato in Economia Aziendale. Amante dello sport, della buona cucina e delle belle donne. L’interesse per il calcio, in particolare, mi ha visto impegnato in più vesti: calciatore, allenatore ed arbitro a livello dilettantistico ed amatoriale. Ora seguo con particolare interesse le competizioni calcistiche nazionali ed internazionali sia delle categorie maggiori che inferiori. La fiamma che arde, da sempre, dentro di me mi ha reso, di fatto, un grande cultore di politica, infatti, partecipo attivamente alle vicende partitiche a carattere sia locale che regionale. Odio chi non mantiene la parola data e chi non rispetta l'opinione altrui, infatti, al mio avversario riporto convintamente quest’aforisma di Voltaire: “Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi al prezzo della mia vita perché tu, la tua idea, possa esprimere liberamente”.

Vedi di più

Conversazione con Massimiliano Benvenuto, l’attore che insegna ad amare i confini

Massimiliano Benvenuto è un attore, nonché un insegnante di teatro, che ama l'Arte a trecentosessantagradi. Non solo: le sue origini di periferia torinese lo hanno portato ad amare sempre di più quegli ambienti e la sua città, nonostante una formazione e una vita ormai romane a tutti gli effetti.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?