Breaking News

La Chimera: da mostro a simbolo dell’utopia

Le nostre chimere sono quel che più ci rassomiglia. (Victor Hugo, I miserabili, 1862)

La Chimera (dal greco khímaira, capra) è una creatura mostruosa appartenente alla mitologia orientale, anche se successivamente tale figura venne assorbita dalla mitologia greca. Chimera nacque da Tifone, uno dei Titani che cercarono di uccidere Zeus, e da Echidna, creatura mostruosa per metà donna bellissima e per metà orribile serpente maculato.

Il mito descrive Chimera come mostro con corpo e testa di leone, coda di drago ed una testa di capra sporgente dalla schiena. Crebbe sotto la protezione e la tutela del re Amissodore e per moltissimi anni terrorizzò le coste della Licia, fino a che il re Iobate ordinò a Bellerofonte, figlio del dio Poseidone, di ucciderla.

In realtà Iobate, certo che la Chimera fosse imbattibile, affidò al figlio di Poseidone l’impresa, desiderando la sua morte. Prima di partire, Bellerofonte consultò tuttavia l’indovino Polido, il quale gli suggerì di catturare ed ammaestrare il veloce e selvaggio cavallo alato Pegaso. Bellerofonte chiese quindi aiuto a Minerva, che gli apparve in sogno e lasciò all’eroe una briglia dorata per poter domare il mitologico cavallo.

Ammansito Pegaso, Bellerofonte sconfisse Chimera usando le sue terribili armi: immerse la punta della sua lancia nelle fauci della belva ed il fuoco che ne usciva sciolse il piombo, uccidendo l’animale per soffocamento.

Nell’antica Grecia, la figura della Chimera era simbolo di una somma di vizi. In essa convivevano la violenza del leone, la perfidia e l’oscurità del serpente e la lussuria della capra, mentre la virtù veniva simboleggiata da Bellerofonte.

Da tale interpretazione antica del mito, si giunse a quella medievale, che vedeva in Chimera il coraggio e la forza del leone, la malvagità del serpente e la via di mezzo dei due stadi nella capra.

La Chimera divenne una sorta di simbolo del cambiamento, sebbene con un’accezione ancora negativa, in quanto immagine distorta della trinità.

Con il passare dei secoli, ed ancora oggi, la Chimera rappresenta le illusioni ed i sogni definiti irrealizzabili.

© IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Marianna Sorrentino

Classe '92. Divoratrice di libri e grafomane sin dalla tenera età. Classicista per formazione e per vocazione. Ama scoprire ed interessarsi a qualsiasi cosa riguardi la Letteratura, l’Arte ed i Mezzi Comunicativi. È un insieme di paradossi. Vulcanica, Riflessiva, ma anche Impulsiva. L'ironia ed il sarcasmo con cui “castigat ridendo mores” sono impressi nel suo DNA ed ama usarli per esprimere le sue idee rendendole leggere, ma nello stesso tempo pungenti. Curerà la rubrica “Ante Litteram”

Vedi di più

Conversazione con Marco Lanzuise, il comico al passo coi tempi con la consapevolezza che son (tristemente) mutati

Comico, cabarettista, attore, conduttore, autore: insomma, il partenopeo Marco Lanzuise è un vero portento, impegnato più che mai ancora oggi tra teatro, cinema, televisione, radio e web.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?