Breaking News

Pagani – Nuovi risvolti sugli immobili Iacp Futura S.r.l.

Sospensione dell’asta, le dichiarazioni da parte del sindaco e delle avvocatesse Veronica Russo e Luana Giammetta. I “proprietari” degli immobili sono riusciti a smarcarsi momentaneamente dal pressing  della Bnl, attendono la sentenza del 7 settembre

Il primo cittadino, Raffaele Maria De Prisco, si è mosso con l’avv. Veronica Russo, assessore al Contenzioso, riuscendo a donare una boccata di respiro ai “proprietari”, in quanto c’è stata una risposta dal tribunale di Nocera Inferiore. Il dott. Pasquale Velleca, presidente del Tribunale in composizione collegiale, ha sospeso l’asta fino all’udienza del 7 settembre 2021. Anche se, come detto in precedenza, l’avv. Luana Giammetta è di un’opinione diversa poiché, secondo lei, il diritto di prelazione – dare ai “proprietari” voce in capitolo per l’acquisto degli immobili – è l’unico assist per segnare una rete a favore dei “proprietari” stessi.

 «Si va avanti con trattative con la Bnl per raggiungere un accordo» commenta il primo cittadino.  C’è dunque un dialogo tra il Comune e la Bnl che fa sperare i “proprietari”.

Stempera i toni l’avv. Luana Giammetta «al momento c’è stata una sospensione di tipo processuale, è prassi del tribunale di Nocera Inferiore sospendere fino all’esito della decisione affinché nessuna delle parti subisca alcun pregiudizio». Rimane ferma sulla sua posizione in merito a quanto accaduto  «io e i miei assistiti siamo sicuri della strategia prescelta e procederemo come stabilito». «Adesso il Comune, senza attendere l’esito dubbioso del reclamo, deve promuovere una serie di transazioni con Bnl e con il fallimento affinché tutti versino le reali somme dovute originariamente alla Iacp S.r.l.» conclude l’avvocatessa.

Veronica Russo, avvocatessa e assessore al Contenzioso, spiega perché il Comune non si sia mosso sulla linea del diritto di prelazione «non dà nessuna garanzia e soprattutto in tal modo i prenotatari saranno costretti a comprare per la seconda volta la loro casa». Aggiunge l’avvocatessa «il nostro non è ottimismo, ma attiviamo le procedure legali che tutelano i diritti dei prenotatari». Inoltre spiega il motivo per cui c’è stata questa sospensione di tipo processuale «è dovere dell’amministrazione chiedere in virtù di una legge, quella di bilancio, la n.178/2010 art.1 comma 376, 377 e 378 la sospensione della procedura esecutiva, trattandosi d’immobili realizzati in regime di edilizia residenziale, pubblica, convenzionata, agevolata e finanziata in parte con risorse pubbliche. Ciò al fine di verificare l’applicabilità all’esecuzione della normativa in esame». Continua l’avvocatessa «tutti i tribunali d’Italia si sono adeguati in seguito all’emanazione di questa legge e hanno sospeso. Il nostro non è ottimismo, ma ci premuriamo delle procedure legali che tutelano i diritti dei prenotatari».  Dice la sua in merito a un’eventuale previsione per la sentenza del 7 settembre «è difficile fare una previsione però se fosse applicata la legge, la procedura andrebbe dichiarata nulla. Il Comune ha dichiarato con Delibera consiliare la decadenza del diritto di superficie e delle convenzioni allora concesse alla Iacp Futura S.r.l.. In più, questa amministrazione ha acquisito al proprio patrimonio gli alloggi oggetto della procedura esecutiva. Tuttavia, come già ben noto, il Comune si sta adoperando, altresì, interloquendo coi vertici della banca anche per una transazione». Conclude l’avvocatessa «la finalità sociale di questa delicata vicenda, della quale questa amministrazione sin dal suo insediamento ha preso di petto, ci obbliga moralmente a tutelare queste famiglie che ormai vivono nel terrore di vedersi sottratte le loro abitazioni regolarmente assegnate e pagate».

© IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Marco Visconti

Classe '92, attualmente risiede a Pagani. All’Università degli Studi di Napoli Federico II, ha conseguito prima la laurea triennale in “Storia” nel 2015 e poi la laurea magistrale in “Scienze Storiche” nel 2017 con voto 110/110 e Lode. Ha partecipato al concorso di letteratura VII Premio internazionale “Giovanni Bertacchi” classificandosi come finalista con la poesia “Vita Nuova”. Ha scritto una intrigante silloge poetica, dedicata alle maschere e ai personaggi carnevaleschi più noti, per la collana poetica “Logos” vol. 25 edita da “Dantebus”. Una sua poesia è stata selezionata dal prestigioso catalogo “Arte in quarantena” organizzato da Paolo Liguori, direttore di TGcom24, e da Salvo Nugnes, curatore d’arte. Un'altra, invece, è stata selezionata per la "Pro Biennale" di Venezia organizzata da Vittorio Sgarbi. È giornalista pubblicista dal 22 luglio 2020 e ha scritto per “Vesuvio Live” e scrive per “Le Cronache” e "In Prima News". Promotore di significativi eventi culturali, tra cui un convegno sul beato Tommaso Maria Fusco realizzato il 1° dicembre 2019 nel Cenacolo di Beato Maria Fusco a Pagani. Attualmente insegna italiano e storia presso le scuole secondarie di secondo grado.

Vedi di più

Piano di Zona S01-1, i lavoratori e sindacati in piazza contro il precariato

Ecco alcuni momenti del presidio organizzato per dire “stop al precariato”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?