Breaking News

Quel castello normanno cullato dal suono delle zampogne

Se il suono delle zampogne in lontananza, l’odore di caldarroste nell’aria e il vociare energico della gente in strada vi rallegrano; se vi incantate davanti alle decorazioni luccicanti; se sognate baite, vin brulé, vischio e pungitopo; se per voi, dunque, il Natale è il momento più magico dell’anno, non potete non seguire i contenuti del mese di dicembre della nostra rubrica

Cominciamo il nostro percorso natalizio dirigendoci in provincia di Benevento, a Limatola, dove un castello sorveglia il borgo medievale e la valle bagnata dal Volturno. Il maniero, oggetto di un’importante opera di restauro da parte della famiglia Sgueglia, che ne è attualmente proprietaria, fu eretto in epoca normanna attorno ad una torre longobarda risalente al X secolo, per poi essere trasformato nel periodo rinascimentale da dimora militare a dimora signorile.

Le varie fasi della storia del castello sono ricostruibili attraverso le modifiche che i vari proprietari gli hanno riservato: le volte ogivali, ad esempio, sono frutto degli interventi voluti da Carlo d’Angiò; i rimaneggiamenti alle mura esterne risalgono ai Conti Della Ratta, feudatari di Limatola dal 1420; mentre alcuni rifacimenti della chiesa palatina di San Nicola, che risalgono al XVI secolo, furono a cura di Francesco Gambacorta e Caterina Della Ratta. Nonostante gli affreschi seicenteschi e settecenteschi visibili all’interno del castello, è proprio la chiesetta di San Nicola intra castrum, in stile roccocò nonostante il portale d’ingresso romanico, a custodirne l’opera di maggior valore pittorico: il polittico di Francesco da Tolentino, pittore marchigiano, risalente al 1527.

A questa atmosfera d’altri tempi, in questo periodo si associa quella natalizia, aggiungendo magia a magia. Fino al 12 dicembre la dodicesima edizione di Cadeaux al Castello stupirà i visitatori, avvolgendoli nell’incanto del Natale. Stupiti dalle colorate luminarie, girando tra gli stand di prodotti artigianali e natalizi, assaggiando golosità e una bevanda calda, sarà d’obbligo entrare nella baita di Babbo Natale in compagnia dei suoi elfi, passeggiare nel bosco incantato, far visita all’albero parlante e curiosare nella mostra dei presepi e in quella delle armature, mentre ad ogni angolo si esibiscono maghi, giullari, cori, zampognari e artisti di ogni tipo.

Il Natale comincia qui. Dove continuerà?

Anche presso il Castello dell’Ettore, ad Apice (BN), di cui abbiamo parlato in un precedente articolo, si organizzano dei deliziosi mercatini di Natale.

Le immagini e alcune informazioni sono state riprese dai siti www.mercatinodinatale-castellodilimatola.it e www.castellodilimatola.it.

Per leggere gli altri articoli della sezione natalizia della nostra rubrica clicca qui.

© IL QUOTIDIANO ONLINE 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Rosa Elefante

Studentessa non ancora esaurita, idealista non ancora disillusa, sognatrice non ancora sveglia. Curerà la rubrica “Sentieri, Storie e Territori”

Vedi di più

Conversazione con Francesca Bella, l’attrice che in nome della Bellezza non lascia appassire la sua Terra

Profondamente innamorata della sua Acireale, e più in generale della Sicilia, ne riconosce le brutture, le carenze, le difficoltà, ma nel suo piccolo contribuisce a preservarne la Bellezza: perché di Arte l’attrice Francesca Bella se ne intende eccome!

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?