Breaking News

Quell’eremo salernitano incastonato nella roccia

Storia e leggenda si inseguono fino a perdersi una nei confini dell’altra nel racconto di questo luogo affascinante e misterioso: l’Eremo di San Michele

Risale al 1290 l’edificazione della fabbrica religiosa, costruita in una cavità della roccia su Montenero, a Campagna, da cui controlla tutta la valle antistante dai suoi 1100 metri sul livello del mare.
Nel 1245, infatti, fu distrutto dai Longobardi il casale di Sant’Angelo e alcuni superstiti decisero di rifugiarsi su Montenero e di costruire una chiesetta dedicata a San Michele.

La leggenda, invece, ci porta nel X secolo, narrando che quel luogo aspro fosse abitato dal diavolo e che San Michele all’epoca vi giunse: vestito da pastore, si avvicinò al demonio e, con la scusa di visitare la montagna, formò una croce con delle pietre, inducendo il diavolo a scappare tra urla disumane.
Un pastore, seguendo uno dei suoi tori allontanatosi dal resto del bestiame, entrò in questa grotta e vide un giovane avvolto da una luce accecante: da allora il culto micaelico si radicò sul territorio e la grotta divenne ben presto meta di pellegrinaggio e luogo di eremitaggio e ascesi, ma anche – dopo i dovuti ampliamenti e accorgimenti strutturali – di soggiorno dei Vescovi della Diocesi.

Tra questi è interessante annoverare Juan Caramuel y Lobkowitz, il matematico spagnolo che, nella tranquillità di questo luogo, partorì nel 1669 la sua “Mathesis Biceps”, un trattato sul sistema binario, oggi alla base dell’informatica.

È il Comitato dell’Eremo di San Michele a tenere vivo il luogo e le sue tradizioni centenarie, preservando e consegnando ai posteri un pezzo fondamentale della storia di Campagna e del culto micaelico in Italia.

Nell’articolo precedente abbiamo approfondito un altro luogo simbolo del culto micaelico in provincia di Salerno: https://ilquotidianoonline.eu/…/quel-santuario…/

Alcune informazioni sono state riprese dai siti www.camministorici.it e www.cittadicampagna.it. L’immagine è stata ripresa dal sito www.camministorici.it.  

© IL QUOTIDIANO ONLINE • 2023 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Rosa Elefante

Studentessa non ancora esaurita, idealista non ancora disillusa, sognatrice non ancora sveglia. Curerà la rubrica “Sentieri, Storie e Territori”

Vedi di più

Conversazione con Daniele Pinto, il personal trainer più social del momento

Napoletano ma ormai conosciuto in tutt’Italia grazie alla sua intensissima attività sui profili social Facebook ed Instagram, il personal trainer Daniele Pinto è portavoce del fitness come terapia: è così che ha sconfitto piano piano tutte le sue insicurezze.  

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?