Breaking News

Nuceria: il progresso degli studi

Il ciclo di seminari lanciato dall’Archeoclub Nuceria Alfaterna per raccontare la storia del nostro territorio.

Si terrà venerdì 12 Maggio il secondo appuntamento del ciclo di seminari lanciato dall’Archeoclub locale alle ore 18:30 presso il Battistero Paleocristiano di S.Maria Maggiore a Nocera Superiore.

Dopo il successo che ha riscosso il primo incontro appena sette giorni fa, stavolta a parlare sarà Alessandra Avagliano Phd in Storia dell’Arte Medievale presso l’ateneo romano La Sapienza. Protagonista della presentazione sarà proprio la vasca battesimale presente all’interno dell’affascinante Battistero, edificio religioso dal rilevante interesse artistico ed archeologico, uno dei beni culturali locali simbolo della storia e della cultura del territorio.

Cifra originale di questa iniziativa non è solamente il livello elevato della divulgazione storico-scientifica, punto cardine dell’evento, ma anche l’inclusività e l’accessibilità con cui vengono trattati importanti argomenti. L’Archeoclub dà seguito in maniera coerente e proficua all’operato cinquantennale che lo caratterizza, dimostrandosi ancora una volta, realtà virtuosa e laboratorio di idee, operante sul territorio grazie al lavoro instancabile dei professionisti che ne fanno parte. L’intento del gruppo è quello di proseguire in maniera proficua ed attrarre sempre più giovani ed appassionati, linfa vitale di ogni progetto.

Il ciclo di seminari è stato organizzato in collaborazione con la Parrocchia di Santa Maria Maggiore, nella persona di Don Fabio, e con il Centro di Aggregazione Giovanile, che sin da subito hanno accolto calorosamente l’invito a supportare l’iniziativa. Gli appuntamenti proseguiranno a Nocera Inferiore nelle giornate di venerdì 26 Maggio e venerdì 9 Giugno sempre a partire dalle ore 18:30.

Per avere maggiori informazioni potete consultare la pagina Facebook dell’ Associazione al seguente link: https://www.facebook.com/ArcheoClubNuceriaAlfaterna

di Sergio Claudini

Classe 2000. Dopo aver conseguito la maturità classica al Liceo Classico “G. B. Vico” di Nocera Inferiore, nel 2019 si iscrive alla facoltà di “Scienze dei Beni Culturali”, indirizzo archeologico, all’Università degli Studi di Salerno. L’amore verso l’arte e la bellezza in generale, lo ha spinto fin dai banchi del liceo a coltivare diverse passioni, prime fra tutte la lettura, la scrittura e il teatro. Muove i primi passi nel campo dell’attivismo studentesco, entrando a far parte del collettivo “Nessun Esclus”. Inizia ad occuparsi dell’organizzazione di eventi per sensibilizzare sulla discriminazione di genere, ma anche manifestazioni studentesche e proteste ambientaliste, tra cui quelle organizzate da “Fridays For Future”. Un laboratorio che lo ha condotto verso nuove realtà associative, tra cui, l’associazione “Ridiamo vita al castello”. Coniuga gli impegni scolastici con quelli associativi, cavalcando l’onda di una crescente passione che tuttora lo alimenta e gli dà la grinta necessaria per indignarsi e provare a cambiare alcuni aspetti della realtà che lo circonda. Per lui, i sogni non vanno depositati sottochiave in un cassetto, anzi, devono essere realizzati. Curerà la rubrica “Noi siamo Tempesta: parola ai 2000”

Vedi di più

Carlo Goldoni: omaggio a 317 anni dalla nascita

Carlo Goldoni: innovazioni e cambiamenti di una delle menti più brillanti del Settecento italiano

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?