Breaking News

Astronomia – Lune di altri mondi

Stranezze e peculiarità delle lune dei pianeti del nostro Sistema Solare

Se di notte alziamo lo sguardo al cielo, l’unica luna che riusciamo facilmente a distinguere è il nostro satellite naturale (la Luna) che talvolta ci appare come una forma butterata e talvolta come un sorriso sghembo. Nel Sistema Solare esistono però ben 170 lune (al momento conosciute) e le caratteristiche di ciascuna di esse variano tantissimo, offrendo degli scenari talvolta anche estremi e difficili da immaginare. Tra temperature estreme, geyser ghiacciati ed eruzioni vulcaniche sono davvero numerose le caratteristiche che rendono questi satelliti interessanti. In genere rappresentano dei luoghi particolarmente inospitali anche se su alcune di esse potrebbero esistere, in teoria, condizioni favorevoli allo sviluppo della vita. 

Satelliti di ghiaccio e neve 

Uno dei satelliti che ancora non smette di stupire gli scienziati è sicuramente Encelado, luna di Saturno. Si può considerare una vera e propria palla di neve, con temperature che si aggirano intorno ai -200° C. Dal suo manto ghiacciato emergono pennacchi di acqua e ghiaccio ad altissime velocità (si definisce crio-vulcanesimo) simili a geyser. Nel 2005 la sonda Cassini è stata capace di osservarne uno al polo sud, indice della presenza di acqua allo stato liquido sotto la superficie. La tre lune di Giove (Callisto, Ganimede ed Europa), verranno invece studiate in dettaglio nella prossima missione europea denominata Juice annunciata per il lancio nel 2022 per capire se ci sono oceani sotterranei. 

Satelliti di zolfo e magma 

Giove, il gigante gassoso del Sistema Solare, non poteva non avere un satellite che fosse meno spettacolare di Io, un vero e proprio inferno vulcanico. È una delle lune più instabili del sistema solare e conta oltre 300 vulcani attivi da cui si elevano pennacchi di zolfo. I vari composti di questo elemento inoltre danno alla sua superficie una colorazione che comprende varie tonalità di verde, nero, gialli e arancio. 

Satelliti che ingannano l’occhio 

Saturno, il gigante con gli anelli, detiene oltre che il record per il più alto numero di satelliti (82), anche quello per il numero di lune dalla forma strana. Pan e Atlas sono due piccoli satelliti dalla forma allungata che presentano una pronunciata cresta equatoriale. Secondo un modello, questa strana forma si è originata a causa dello scontro frontale tra i due corpi. Difficile invece stabilire, osservando qualche ripresa, a cosa somiglino di più tra una coppia di ufo o di tortellini. Sono invece tutti d’accordo sulla forma assunta da Mimas, altra luna di Saturno. Sebbene il grosso cratere sulla sua superficie sia causato dall’impatto di un corpo (evento alquanto comune nello spazio), la forma appare così peculiare da essere stata presa a modello per La Morte Nera (Star Wars). 

Encelado (immagine: Getty Images)

© IL QUOTIDIANO ONLINE 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Marianna Fusco

Una mente scientifica e un'anima letteraria, affascinata da qualsiasi cosa abbia una storia da raccontare. Curerà la rubrica “Reticoli di Idee”

Vedi di più

Conversazione con Giulia D’Alessandro e la sua vita carica di racconti e di musica

Cantante, cantautrice, conduttrice, organizzatrice di eventi socio-culturali, docente, musicoterapeuta. In campo musicale vanta oltre 25 anni di attività e numerosi consensi in Italia e all’Estero. Da annoverare i seguenti traguardi: semifinalista nazionale nel 2002 dell’Accademia di Sanremo e nel 2018 semifinalista nazionale di Area Sanremo Tim.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?