Breaking News

Con le braci sotto i piedi

La conducibilità termica, tra imprese eroiche, applicazioni quotidiane e tecniche di sopravvivenza

Quando si pensa alle imprese impossibili, quelle a cui assistiamo con un misto di stupore e ammirazione, ci lasciamo spesso ammaliare dal fascino di doti paranormali. Pensate alla pirobazia, o più comunemente nota come attività di camminare sui carboni ardenti, dove improbabili eroi ci cimentano nell’impresa di attraversare a piedi nudi un tappeto di braci alla modica, si fa per dire, temperatura di diverse centinaia di gradi Celsius. Il trucco c’è e consiste nel fare pochi passi senza mai fermarsi veloci e decisi, oppure cospargere di cenere la brace (abbassandone la temperatura). Ma non finisce qui.

Buoni e cattivi conduttori

Per i più curiosi, ciò che davvero non fa ustionare i piedi, entrando in contatto con questo forte calore, è legato al concetto di conducibilità termica. Come tutti probabilmente sanno, il calore si trasferisce di norma da un colpo a temperatura più alta (la brace) a uno a temperatura più bassa (il piede). Se il contatto tra i due è breve, il calore trasferito non è sufficiente a far aumentare la temperatura del piede fino ad ustionarla. Questo perché le braci sono un pessimo conduttore di calore. Diversa sarebbe invece la storia se al posto della brace ci fosse una lastra di metallo. La sua conducibilità termina è circa 400 volte più alta di quella del legno.

Orsi polari, vetri isolanti e torte in forno

Pensate a un forno con una torta in cottura. Nonostante l’aria raggiunge i 200° C, il contatto con la nostra pelle non ci brucia, mentre provate a prendere il ruoto senza una presina. La conducibilità termica è un concetto che entra in gioco anche all’inverso: nella fabbricazione dei doppi vetri, infatti, si usa l’aria come isolante nell’intercapedine, ostacolando il passaggio di calore verso l’esterno. Anche la pelliccia degli animali artici che vivono in in climi rigidi, per fare un altro esempio, permette di trattenere una quantità d’aria che non lascia disperdere il calore.

© IL QUOTIDIANO ONLINE 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Marianna Fusco

Una mente scientifica e un'anima letteraria, affascinata da qualsiasi cosa abbia una storia da raccontare. Curerà la rubrica “Reticoli di Idee”

Vedi di più

Conversazione con Francesca Bella, l’attrice che in nome della Bellezza non lascia appassire la sua Terra

Profondamente innamorata della sua Acireale, e più in generale della Sicilia, ne riconosce le brutture, le carenze, le difficoltà, ma nel suo piccolo contribuisce a preservarne la Bellezza: perché di Arte l’attrice Francesca Bella se ne intende eccome!

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?