Breaking News

Proteggi le api, proteggi la vita

Il 20 maggio è la Giornata Mondiale delle Api: perché sono così importanti per l’ecosistema e per la vita sulla Terra?

Spesso abbiamo paura di essere punti da un’ape, a volte abbiamo pensato addirittura di ucciderla quando è entrata in casa, ma salvaguardare le api equivale a salvaguardare la vita sulla Terra: è necessario dunque imparare ad amare questi insetti, fondamentali per la nostra sopravvivenza.
Api, coleotteri, farfalle, bombi e tanti altri sono impollinatori, ovvero animali che trasportano il polline da un fiore ad un altro, consentendo il fenomeno dell’impollinazione. Trasferendo il polline dalla parte maschile a quella femminile dell’apparato riproduttivo delle piante che producono semi, gli impollinatori permettono la conseguente formazione del frutto. Questi insetti contribuiscono, con la loro presenza e la loro azione, alla buona produttività dei raccolti per il 75%.

Ma le api non si occupano “solo” dell’impollinazione: si deve ad esse anche la produzione di miele (circa 1,6 milioni di tonnellate prodotti ogni anno), propoli, pappa reale, cera d’api.

La presenza delle api sulla Terra è in continua e preoccupante diminuzione: l’agricoltura di tipo intensivo, caratterizzata dal costante uso di pesticidi e diserbanti, attenta alla sopravvivenza delle api; la scarsa disponibilità di cibo, per la ridotta presenza di piante da cui esse traggono il nutrimento, le ha rese più deboli e più vulnerabili; l’arrivo di nuovi predatori da altre zone del mondo ha messo in seria difficoltà anche gli apicoltori.
Sono per lo più questi i fattori hanno provocato quella che gli esperti chiamano “sindrome di spopolamento degli alveari”.

Ma cosa possiamo fare noi? Piantare, ad esempio, fiori che attirino le api, come le margherite o le calendule; non utilizzare prodotti chimici per la cura delle nostre piante da giardino o da balcone; preparare una ciotola poco profonda con dell’acqua e dei sassolini per dissetare le api di passaggio senza correre il rischio che anneghino.

L’immagine è stata ripresa dal sito www.terranuova.it.

© IL QUOTIDIANO ONLINE • 2023 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Rosa Elefante

Studentessa non ancora esaurita, idealista non ancora disillusa, sognatrice non ancora sveglia. Curerà la rubrica “Sentieri, Storie e Territori”

Vedi di più

La più grande pepita d’oro al mondo, con un peso di 60,82 kg, ha un valore approssimativo di 10 milioni di euro.

La Pepita Canaã, rinominata anche Canaa, detiene il primato della pepita d’oro più pesante attualmente …

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?