Breaking News

Pagani – Al polo oncologico nuove tecniche per la terapia dei tumori inoperabili

Gli interventi effettuati nel corso degli anni e una continua attività di ricerca verso tecniche innovative in grado di fronteggiare l’avanzata di patologie tumorali hanno permesso al Polo oncologico dell’OspedaleAndrea Tortora” di Pagani di divenire un centro di eccellenza.

La termoablazione e l’elettroporazione sono tecniche minimamente invasive utilizzate per curare i tumori del fegato, anche nei casi in cui non vi è indicazione alla Chirurgia.

La termoablazione è procedura che utilizza una sorgente di calore veicolata nel tumore bersaglio attraverso la puntura con un ago che viene introdotto nel tumore sotto guida ecografica. Il tessuto tumorale viene coagulato o carbonizzato e nella sua sede residua una cicatrice.

L’elettroporazione ottiene la distruzione delle cellule tumorali mediante impulsi elettrici ad elevatissimo voltaggio (3000 V) emessi per microsecondi da elettrodi inseriti all’interno del tumore.

Si tratta di tecniche che da diversi anni sono adottate con risultati rilevanti presso il polo del nosocomio paganese dal dottor Luciano Tarantino che è il Dirigente Responsabile dell’Ambulatorio di epatologia ed ecografia interventistica che afferisce alla Unità Operativa Complessa di Oncologia dell’Ospedale “Andrea Tortora” di Pagani.

Queste procedure non comportano alcun danno ad altre strutture del fegato e dell’organismo del paziente, e, in una elevata percentuale di casi, è possibile distruggere tutto il tessuto tumorale esistente nel fegato. L’intervento può essere eseguito “a cielo coperto”, senza incisione chirurgica della cute o anche, in corso di laparotomia, cioè ad addome aperto. Il paziente può essere spesso ricoverato in Day-Surgery, cioè, l’intervento viene eseguito in mattinata e quindi il paziente può ritornare in serata o la mattina successiva al suo domicilio.

Nei pazienti con tumore del fegato, spesso la malattia dopo mesi o anni può recidivare.

Tuttavia, queste tecniche sono scarsamente invasive e non determinano menomazione permanente di tessuto epatico funzionante, per cui, al contrario della chirurgia, possono essere ripetute molte volte in caso di recidiva. In tal modo è possibile, in molti pazienti, tenere sotto controllo la malattia tumorale per molti anni.

Il polo oncologico dell’ospedale paganese è dotato di apparecchiature all’avanguardia dove sono disponibili diversi dispositivi per termoablazione mediante radiofrequenza e mediante microonde. La disponibilità di diverse tecnologie per termoablazione è fondamentale per poter trattare adeguatamente i diversi pazienti, poiché non tutti i pazienti e non tutti i tumori del fegato hanno le stesse caratteristiche, per cui avere a disposizione molte tecnologie differenti consente di adattare al singolo paziente la terapia più opportuna e quindi ottenere migliori risultati con minori complicanze. Presso la divisione di oncologia dell’Ospedale “Andrea Tortora” è anche possibile effettuare esami ecografici altamente specialistici, disponibili in altri pochi centri in Campania, quali l’ecografia con mezzo di Contrasto (CEUS).

Il dottor Tarantino è uno dei maggiori esperti in questo campo e, presso il polo oncologico di Pagani, è responsabile di una scuola di aggiornamento post-laurea per l’insegnamento dell’eco-color-doppler e di ecografia interventistica, riconosciute dalla Società Italiana di Ecografia in Medicina e Biologia (SIUMB).

di Il Quotidiano Online

Vedi di più

Nocera Inferiore – “Esserci” per rendere giustizia, con l’arte, alla storia dell’ospedale psichiatrico

LAMIA Cultura presenta "Esserci": Progetto trans-mediale di recupero memoriale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2021 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?