Breaking News

Il coraggio di Timoclea

Nell’anno 335 a.C. durante la campagna di Alessandro Magno nei Balcani, la ribelle polis greca di Tebe venne saccheggiata e conquistata. In quell’occasione, alcuni Traci, che militavano nell’esercito macedone, penetrarono nella ricca abitazione di Timoclea, donna saggia quanto bella.

Il capitano trace a capo del drappello, dopo averle imposto di cucinare per lui ed aver bevuto abbastanza, abusò di lei. Al termine della violenza, attirato dagli splendidi arredi della casa, l’uomo intimò a Timoclea di rivelargli dove fossero gli ori e gli argenti di famiglia. Nonostante la disperazione del momento, la donna non perse la sua lucidità ed indicò un pozzo al centro del suo giardino, confessando di aver nascosto lì oro e gioielli.

Accompagnato presso il pozzo il comandante e avendolo fatto sporgere in esso, Timoclea gli lanciò contro tutte le pietre che erano accanto a lei finché non lo uccise.

I soldati della banda Tracia avendo scoperto ciò ed incatenandola, la portarono al cospetto di Alessandro Magno. Ammirandola per il coraggio e la grande forza d’animo, il sovrano macedone la congedò dopo aver concesso la libertà a lei ed ai suoi figli.

Timoclea è l’emblema di come le donne raggiungano l’apice della loro forza quando si armano della loro debolezza.

© IL QUOTIDIANO ONLINE 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA

di Marianna Sorrentino

Classe '92. Divoratrice di libri e grafomane sin dalla tenera età. Classicista per formazione e per vocazione. Ama scoprire ed interessarsi a qualsiasi cosa riguardi la Letteratura, l’Arte ed i Mezzi Comunicativi. È un insieme di paradossi. Vulcanica, Riflessiva, ma anche Impulsiva. L'ironia ed il sarcasmo con cui “castigat ridendo mores” sono impressi nel suo DNA ed ama usarli per esprimere le sue idee rendendole leggere, ma nello stesso tempo pungenti. Curerà la rubrica “Ante Litteram”

Vedi di più

Conversazione con Massimiliano Benvenuto, l’attore che insegna ad amare i confini

Massimiliano Benvenuto è un attore, nonché un insegnante di teatro, che ama l'Arte a trecentosessantagradi. Non solo: le sue origini di periferia torinese lo hanno portato ad amare sempre di più quegli ambienti e la sua città, nonostante una formazione e una vita ormai romane a tutti gli effetti.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?