Breaking News

Vallo di Diano – Traffico dei rifiuti: l’impegno di Matera e Pellegrino

Visti i recenti risultati dell’indagine condotta dalla Dda di Potenza e Lecce, dal Nucleo Investigativo di Salerno e dalla Compagnia Carabinieri di Sala Consilina, che ha portato alla triste scoperta di un traffico organizzato di rifiuti e inquinamento ambientale ha scosso, ancora una volta, i cittadini e le realtà presenti sul territorio che hanno deciso di non restare impassibili.

“Resta” è la rete formata dai forum comunali e dal Coordinamento di Salerno oltre che dalle associazioni al Sud della Provincia con lo scopo di avviare un piano di attivazione condiviso per la salvaguardia e la tutela dei luoghi interessati.

Nell’immediatezza, con un appello accorato a difesa e a tutela di interessi primari del territorio hanno scritto una lettera alle istituzioni ( REGIONE CAMPANIA, PROVINCIA DI SALERNO, COMUNITA’ MONTANA VALLO DI DIANO, ASL SALERNO, DISTRETTO SANITARIO 72 DI SALA CONSILINA-POLLA, CONSORZIO DI BONIFICA VALLO DI DIANO E TANAGRO).

Le Proposte

Un disastro ambientale che richiede un intervento efficace ed immediato da parte degli enti preposti per questo la rete “Resta” ha chiesto l’aggiornamento della Banca Dati presente nella Delibera della Giunta Regionale n. 685 del 30/12/2019 ai fini di realizzare le analisi tecniche e ogni azione necessaria per bonificare e ripristinare i terreni contaminati o potenzialmente contaminati e di estendere tali interventi anche alle aree limitrofe.

Oltre alla questione ambientale resta prioritaria la salute di quanti abitano i territori interessati e per questo è stato richiesto, all’Asl di riferimento, un intervento di screening di massa per la prevenzione dei tumori più diffusi.

La rete “Resta” ha individuato, inoltre, una possibile soluzione nel monitoraggio del territorio attraverso l’istituzione di Commissioni a tutela dell’ambiente in tutti i Comuni del Vallo Di Diano composte dai delegati all’ambiente, da specialisti che possano offrire consulenze, nonché dai membri della società civile organizzati nella tutela ambientale.

Le Risposte

Non hanno tardato ad arrivare le risposte della Comunità Montana Vallo di Diano, i Consiglieri Regionali Corrado Matera e Tommaso Pellegrino:

In questi casi è necessario agire con determinazione ma lavorare in sinergia con la magistratura. – ha dichiarato il Consigliere Regionale Corrado Matera – La salute ed il benessere di un territorio rappresentano, in definitiva, un elemento fondamentale della nozione di bene comune e interesse generale. È necessario uno sforzo comune di responsabilità per arrestare processi di degrado ambientale con inevitabili ricadute sociali ed economiche e per risvegliare insieme una coscienza critica Allo stato, quindi, stiamo valutando ogni utile ed idoneo provvedimento per affrontare con determinazione questa situazione, finalizzata a ridare al nostro Vallo la dignità che merita”.

Diverso l’intervento del Consigliere Regionale Tommaso Pellegrino che, oltre ai dovuti interventi politici, ha scelto di invitare i firmatari, giovedì 13 maggio, ad un webinar su piattaforma Zoom sul tema dello sversamento dei rifiuti illegali nel suolo del Vallo di Diano un’occasione di confronto  per fare il punto della situazione e raccogliere ulteriori suggerimenti, proposte e per continuare ad intraprendere azioni efficaci ed utili sul tema legato alla tutela ambientale del  Territorio interessato.

di Sara Di Matteo

Classe '97, vive nel comune picentino di Olevano sul Tusciano. Si è diplomata al Liceo Scientifico “E. Medi” e studia alla facoltà di “Scienze della Formazione Primaria” presso l’Università degli Studi di Salerno. Già dall’età di 15 anni nutre particolare interesse per il giornalismo e per la cittadinanza attiva così, dopo un'esperienza di 3 anni con la testata "La nuova Graticola", consegue il tesserino di giornalista pubblicista nel 2017. Fin da giovanissima è vicina al mondo delle politiche giovanili e dei Forum dei Giovani, infatti, è impegnata nel direttivo del Coordinamento Provinciale dei Forum dei Giovani della Provincia di Salerno come responsabile della comunicazione. L'associazionismo, la politica e la passione per il sociale la vedono impegnata anche nelle locali associazioni “Agesci” e “APS L’Arcobaleno sul Tusciano”. Ha fatto proprio l’invito di Baden-Powell: “Procurate di lasciare il mondo un po' migliore di come l’avete trovato”. Curerà la rubrica “Sentieri, Storie e Territori”

Vedi di più

Conversazione con Gaetano Trotta, il collezionista di bambole di Nocera Inferiore

Ceramista e collezionista di bambole di Nocera Inferiore, ne ha circa 400 e forse ne possiede più di tutti i bambini della città.

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?