Breaking News

El Salvador mina 474 Bitcoin utilizzando l’energia geotermica vulcanica

Dal 2021 El Salvador ha minato un totale di 474 Bitcoin, per un valore di 29 milioni di dollari, utilizzando l’energia geotermica vulcanica.

I Bitcoin 

BTC

€60.537 sono stati minati grazie all’energia del vulcano del Paese, chiamato Tecapa, utilizzando 300 mining processor. Secondo Reuters, il Paese ha destinato al cripto mining 1,5 megawatt (MW) dei 102 MW prodotti dalla centrale elettrica statale.

Di fronte ai crescenti controlli sulla dipendenza del mining BTC dall’elettricità e dai combustibili fossili, El Salvador è emerso come pioniere del mining a energia rinnovabile.

Nel 2021, El Salvador ha fatto la storia diventando il primo Paese ad adottare Bitcoin come moneta legale insieme al dollaro statunitense. Da allora, il governo ha intrapreso diverse politiche incentrate sul Bitcoin, compresa la creazione di un impianto geotermico per il mining di BTC.

Attualmente El Salvador detiene un totale di 5.750 BTC per un valore di circa 354 milioni di dollari.

Dal 2021, organizzazioni globali come la World Bank e altre hanno criticato pesantemente la nazione centroamericana per l’adozione del Bitcoin.

Il bear market tra il 2022 e il 2023 ha intensificato il controllo e molti hanno messo in dubbio le azioni del presidente Nayib Bukele. Tuttavia, Bukele ha raddoppiato la sua scommessa sul Bitcoin annunciando che il Paese avrebbe acquistato 1 BTC al giorno.

Bukele ha vinto agevolmente le elezioni presidenziali di El Salvador del 2024 con un ampio sostegno a livello nazionale.

Il mining di Bitcoin e l’uso di combustibili fossili sono da tempo argomenti controversi nel settore crypto. Greenpeace, sostenuta da Ripple, ha raccomandato la transizione del Bitcoin da proof-of-work a proof-of-stake.

Il 22 Novembre 2023 Kathy Hochul, Governatore di New York, ha firmato una moratoria sul mining proof-of-work, rendendo questo Stato il primo in America a vietare qualsiasi attività di crypto mining PoW per due anni.

Dopo aver acquistato 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin, il CEO di Tesla Elon Musk si è impegnato a integrarlo come metodo di pagamento per le auto Tesla. Tuttavia, poco dopo ha fatto marcia indietro, citando l’impatto ambientale negativo dell’attività di mining. Musk ha dichiarato che avrebbe riconsiderato la decisione solo quando più del 50% del mining Bitcoin sarà effettuato con fonti di energia rinnovabili.

Da quando Musk ha fatto questa promessa, numerosi report hanno indicato che oltre il 60% del mining BTC si basa su fonti di energia rinnovabili.

Musk non ha ancora preso atto di questi report né ha implementato un’opzione di pagamento in BTC. Attualmente Tesla sta affrontando una causa per aver ripetutamente violato il Clean Air Act rilasciando inquinanti nocivi dalla sua fabbrica di Fremont.

di Il Quotidiano Online

Vedi di più

Multiproprietà (Time Sharing) – Di cosa si tratta?

Quando parliamo di multiproprietà (time sharing), ci riferiamo a un contratto che certifica il diritto …

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?