Breaking News

Intesa Sanpaolo: sanzione Antitrust da 2,5 milioni di euro a RBM Salute e Previmedical

Una sanzione di 2,5 milioni di euro è stata imposta a RBM Salute, compagnia assicurativa specializzata in polizze sanitarie del gruppo Intesa Sanpaolo, per pratiche commerciali scorrette. Lo ha deciso l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm), che ha riscontrato numerosi ritardi nella gestione e definizione delle pratiche di rimborso, difficoltà per gli assicurati nel contattare il servizio di assistenza, e numerosi rigetti non giustificati delle richieste di rimborso e delle autorizzazioni per prestazioni sanitarie.

Una multa di 1 milione di euro è stata inflitta anche a Previmedical, il provider di servizi a cui Intesa Sanpaolo RBM Salute ha affidato la gestione e la liquidazione delle pratiche di sinistro. La sanzione è giunta al termine di un’indagine avviata a seguito delle segnalazioni di alcuni clienti e dei controlli dell’Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni). I reclami sono arrivati soprattutto dai membri del fondo sanitario MetaSalute, che raccoglie oltre un terzo degli assicurati di RBM Salute.

L’Antitrust ha rilevato che il comportamento di Intesa Sanpaolo RBM Salute e di Previmedical configura una pratica commerciale scorretta, in quanto è stato accertato che hanno ostacolato l’esercizio dei diritti contrattuali dei consumatori, rendendo difficoltosa la fruizione delle prestazioni assicurative. In particolare, sono emersi problemi presso la centrale operativa di Previmedical, verificatisi alla fine del 2022, che hanno portato, a partire dai primi mesi del 2023, all’accumulo di un elevato numero di pratiche in attesa di evasione, con notevoli ritardi rispetto ai tempi di liquidazione previsti dalle polizze sanitarie.

Questi ritardi e le conseguenti difficoltà di accesso alle prestazioni si sono aggiunti a incongruenze nell’applicazione delle condizioni delle polizze da parte di Previmedical, con numerosi casi di errato rifiuto di autorizzazioni o rimborsi.

L’istruttoria ha infine evidenziato la responsabilità di Intesa Sanpaolo RBM Salute nella mancata implementazione di un efficace sistema di controllo sull’attività di gestione dei sinistri da parte del proprio provider, per prevenire e gestire eventuali criticità e garantire agli assicurati un adeguato livello di servizio.

di Il Quotidiano Online

Vedi di più

I risparmiatori colpiti dal crac di Banca Marche potranno essere risarciti dal ministero.

Chi ha perso i propri risparmi a causa del crac di Banca Marche potrà vedere …

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?