Breaking News

Il futuro dell’Indo-Pacifico è strettamente legato alla relazione tra Cina, Russia e India. Ecco le ragioni.

L’allarme proveniente dall’establishment della difesa indiana è sempre più pressante. L’India non può più ignorare la stretta collaborazione tra Russia e Cina. Il Ministro degli Affari Esteri indiano, S. Jaishankar, ha difeso il partenariato tra India e Russia, affermando che non è influenzato dall’amicizia rinnovata tra Russia e Cina. Tuttavia, il 24 maggio, Swasti Rao, Associate Fellow presso l’Institute of Defense Studies and Analysis (IDSA), un think tank del ministero della Difesa indiano, ha pubblicato un editoriale sottolineando la necessità che l’India si svincoli dalla dipendenza dalla Russia. Questa è stata la prima voce istituzionale contro Mosca, e Rao è stata criticata sui social media da ex diplomatici e figure di spicco indiani, mettendo in luce l’influenza continua del Cremlino a Delhi.

Il 27 maggio, un altro editoriale è stato pubblicato dal generale in pensione M.M. Naravane, ex capo di stato maggiore dell’esercito indiano, che ha esortato il governo indiano ad adottare un’azione più decisa nei confronti della Russia. Naravane ha avvertito che l’India non può più dare per scontato il sostegno della Russia, soprattutto nell’Indo-Pacifico, a causa della crescente dipendenza della Russia dalla Cina. Questa stretta collaborazione tra Russia e Cina e l’equilibrio tra Mosca e Washington riflettono ciò che Lord Palmerston, statista britannico del XIX secolo, una volta disse: “Non ci sono nemici permanenti, né amici permanenti, solo interessi permanenti”. Questo ha sottolineato la necessità che il nuovo governo indiano tenga sotto controllo Mosca.

Il 30 maggio, Antara Ghosal Singh della Fondazione ORF ha offerto un punto di vista opposto, sostenendo che la Cina non ha altra scelta se non quella di accettare legami più stretti tra India e Russia o rischiare di perdere il sostegno della Russia a causa della geopolitica indo-pacifica. Tuttavia, l’India potrebbe anche virare ulteriormente verso gli Stati Uniti. Questa divergenza pubblica tra il ministero della Difesa e il ministero degli Affari Esteri giunge in un momento cruciale, mentre l’India si prepara a un nuovo governo dopo le elezioni nazionali. Tutto ciò avviene in un momento in cui il mondo è distratto da vari conflitti globali, tra cui la tensione tra India e Cina lungo la linea di controllo effettivo (LAC).

Mentre la Cina continua a rafforzare la sua presenza militare vicino al confine indo-cinese e nei territori contestati, l’India si prepara ad affrontare le sfide della modernizzazione militare e della difesa del proprio territorio. Con l’Europa e gli Stati Uniti che sono alle prese con le loro sfide interne e globali, l’India si trova sempre più sola nel fronteggiare la crescente aggressività della Cina. In questo contesto, l’India deve adottare decisioni strategiche difficili per garantire la propria sicurezza e proteggere i propri interessi nazionali, bilanciando le relazioni con la Russia e gli Stati Uniti mentre si prepara a sfide geopolitiche sempre più complesse nell’Indo-Pacifico.

di Il Quotidiano Online

Vedi di più

Tamil Nadu’s mineral exploration projects for gold and rare-earth elements have received approval.

The National Mineral Exploration Trust recently approved exploration projects submitted by Mineral Exploration and Consultancy …

error: TUTTI I CONTENUTI SONO PROTETTI © IL QUOTIDIANO ONLINE • 2022 RIPRODUZIONE RISERVATA
Inizia chat
1
Il Quotidiano online
Il Quotidiano Online ti dà il benvenuto! 👋
Come possiamo aiutarti?